Tutte le cose che trovi schifose ma che eccitano la persona con cui stai

Tutte le cose che trovi schifose ma che eccitano la persona con cui stai

È molto semplice: tutti hanno qualcosa di sé che trovano brutto, disgustoso o fastidioso, anche le persone generalmente reputate bellissime. Chi non ha mai fatto commenti sulla “puzza terribile che aleggia in questa stanza” per poi rendersi conto che la puzza arriva dalle proprie ascelle? E chi non ha mai ricevuto del sesso orale e, contemplando una giornata di mutande serrate e sudore venir leccata via dai propri genitali, pensato, “Be’, almeno non sono io quella/o che deve farlo”?




Ma il punto è proprio questo: a volte le cose che troviamo davvero disgustose fanno la gioia dei nostri fidanzati o come altro vogliamo chiamare la persona con cui andiamo a letto. Qui di seguito trovate qualche esempio (i nomi sono stati cambiati per ovvie ragioni).

Allora, cos’era che piaceva tanto al tuo ex e che tu trovavi aberrante?

Grace, età non fornita: Ho sempre vissuto in campagna e a casa abbiamo cani, galline, gatti, tartarughe e un cavallo. Ecco, in passato mi capitava che gli animali mi passassero dei funghi. Penso fosse il cavallo. Fatto sta che il mio ex li trovava molto interessanti. Disegnava, e a volte decideva di ritrarmi quando avevo uno di questi funghi.

Non mi aspettavo una cosa del genere. Tu come la prendevi?

Lo trovavo perversamente romantico. Mi dicevo, “Siamo così innamorati che riesce a trovare attraenti anche i miei funghi.” Eravamo giovani ed erano tutti bellissimi, quindi magari era attratto dalle cose più… schifose? Poi però ho conosciuto la sua ex e ho scoperto che era fissata con le dermatofitosi, quindi forse questa passione gliel’aveva passata lei e non dipendeva tanto da me.



Cos’è, cercava ragazze di campagna portatrici di funghi?

È un ragazzo di città, magari è per quello. Ora ci stiamo frequentando di nuovo.

Come l’hai scoperto?

Una volta, all’inizio della nostra relazione, eravamo sdraiati sul letto a guardare la tv e lui si è messo a toccarmi quella parte del viso dicendomi, “Mi piacciono un sacco le tue basette.” Volevo sprofondare. O quantomeno andarmene il prima possibile via da lì.

Come è finita?

Ti ha mai detto da dove nasceva quell’attrazione? No. Personalmente lo trovavo stranissimo, ma lui diceva che erano bellissime e morbide. Gli piaceva toccarle e sistemarmele con le dita. A volte in effetti mi chiedevo se gli piacessero più quelle del resto della mia faccia.




Ora che non state più insieme sei tornata a depilartele?

No, sai? Non che ora mi piacciano, ma ho imparato ad accettarle!.

Qual è la cosa disgustosa di te che piaceva tanto al tuo ex?

Nellie, 21 anni: In realtà in questo caso ero io a fare una cosa disgustosa. Il mio primo fidanzato si era rotto entrambe le clavicole, da piccolo, e a me piaceva incastrarci sotto il dito.

Ovvero?

Non so quale sia stata la dinamica o cosa avesse causato di preciso questa conformazione, ma le clavicole erano un po’ più sollevate rispetto al normale e riuscivo a infilarci sotto il dito. Lo trovavo molto eccitante, soprattutto durante il sesso.

Perché?

Non so, mi dava un forte senso di intimità. Era come sentirmi dentro di lui, nel suo scheletro.



 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *